Principali applicazioni

  • Captazione
  • Separazione di specie organiche idrofobiche
  • Adsorbimento di gas: piccoli COV alogenati

Vantaggi

  • Alta resistenza meccanica
  • Elevata area superficiale rispetto ad un adsorbente standard
  • Duplice interazione scambio ionico/idrofobica

Certificazioni

  • Certificato IFANCA Halal
  • Certificato Kosher
  • Conforme al regolamento FDA 21 CFR 173.25 riguardo a resine scambiatrici di ioni per uso alimentare
  • Conforme alla Risoluzione Europea AP (2004) 3
  • Esente da GMO/TSE/BSE

Imballi tipici

  • Sacco da 1 CF
  • Sacco da 25 litri
  • Fusto da 5 CF (in fibra)
  • Saccone da 1 m3
  • Saccone da 42 CF

Caratteristiche chimiche e fisiche tipiche:

Struttura del Polimero Polistirene macroporoso reticolato con divinilbenzene
Aspetto Perle sferiche
Gruppo Funzionale Ammina terziaria
Forma Ionica FB
Capacità totale 0.2 eq/L (4.4 Kgr/ft³) (forma Cl- )
Umidità 35 - 50 % (forma Cl- )
Distribuzione granulometrica 300 - 1200 µm
Diametro Medio 725 ± 85 µm
Volume dei pori (min.) 0.5 mL/g
Coefficiente di uniformità (max.) 1.7
< 300 µm (max.) 1 %
Volume dei pori (min.) 0.2 - 0.4 mL/g
Rigonfiamento reversibile, BL → Cl- (max.) 5 %
Densità 1.07
d50, Micropori 25 Å
Area superficiale (min.) 1200 m²/g
Limiti di pH, stabilità 0 - 14
Peso di spedizione (approx.) 675 - 705 g/L (42.2 - 44.1 lb/ft³)
Limite di temperatura 60 °C (140.0 °F) (forma FB )

Caratteristiche idrauliche

Caratteristiche idrauliche

Le perdite di carico attraverso un letto di resine a scambio ionico correttamente classificato idraulicamente dipendono dalla distribuzione granulometrica delle perle, dall'altezza del letto e dal volume interstiziale così come dalla velocità lineare e dalla viscosità della soluzione influente. I fattori che compromettono uno qualsiasi di questi parametri - come ad esempio la presenza di particolato filtrato dal letto, una compressione anormale della resina o una classificazione incompleta del letto - avranno un effetto negativo e ne conseguirà un aumento delle perdite di carico. A seconda della qualità dell'acqua influente, dell'applicazione e del design dell'impianto, la portata specifica di esercizio può variare da 10 a 40 l/h per litro di resina.

Perdite di carico attraverso il letto di resina

Controlavaggio

Durante un controlavaggio dal basso, il letto di resina si dovrebbe espandere in volume tra il 50 e il 70% per almeno 10-15 minuti. Questa operazione eliminerà il particolato, libererà il letto da bolle e interstizi e riclassificherà le perle di resina assicurando una resistenza minima al flusso. Quando si effettua la messa in esercizio per la prima volta, solitamente circa 30 minuti di espansione sono sufficienti per classificare il letto in modo appropriato. E' da notare che l'espansione del letto aumenta con la velocità lineare e diminuisce all'aumentare della temperatura dell'influente. Occorre sempre prestare attenzione per evitare la perdita di resina dalla parte superiore del vessel a causa di una eccessiva espansione del letto.

Espansione in controlavaggio del letto di resina